< Liceo Galilei
  • Home
  • Famiglie
  • Docenti
  • Gare e concorsi
  • Personale ATA
  • Progetti europei
  • Polo Formativo
  • Studenti
  • SCUOLA

    DIDATTICA

    ATTIVITA'

    SEGRETERIA

    ALTRO

    Il Patto  educativo  di corresponsabilitA'

    (aggiornato al 15 Gennaio 2016)

    La scuola da sempre impegnata nell’opera educativa, persegue l’obiettivo del raggiungimento di un pieno sviluppo delle potenzialità degli alunni sotto il profilo culturale, psico-fisico, sociale e religioso, considerandoli soggetti attivi di questo processo e contribuendo alla formazione di una mente flessibile, pienamente integrata, ma anche capace di esercitare una funzione critica positiva e propositiva.
    La scuola è una comunità che interagisce con la più vasta comunità sociale e civile.
    È un bene di tutti e tutti con la specificità dei propri ruoli e competenze ne sono responsabili: Dirigente scolastico, personale docente e ATA, genitori, alunni, Enti Pubblici.
    Tutto il personale nell’esercizio delle sue funzioni è tenuto ad osservare i principi e i contenuti del Codice di Comportamento dei Dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni.

    Il genitore, lo studente e il Dirigente scolastico per conto dei docenti

    Visto l’art. 3 del DPR n. 235 del 21/11/2007 (comma 1. “Contestualmente all’iscrizione alla singola istituzione scolastica, è richiesta la sottoscrizione da parte dei genitori e degli studenti di un Patto educativo di corresponsabilità finalizzato a definire in maniera dettagliata e condivisa diritti e doveri nel rapporto tra l’istituzione scolastica autonoma, studenti e famiglie”) e lo Statuto delle Studentesse e degli studenti;
    Preso atto che la scuola ha il compito fondamentale di promuovere la crescita umana, morale, spirituale e religiosa degli studenti e delle studentesse e che tale obiettivo richiede la collaborazione e condivisione oltre che degli alunni, della famiglia e dell’intera comunità scolastica;
    Viste le delibere del Collegio dei Docenti e del Consiglio d’Istituto sottoscrivono il seguente patto educativo di corresponsabilità.

    I docenti si impegnano a:

    • Creare un clima sereno, accogliente e rispettoso delle diversità in cui lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze si accompagna alla maturazione dei comportamenti e dei valori;
    • Insegnare a sviluppare conoscenze,capacità e competenze, progettando una pedagogia e una didattica chiara e coerente nei suoi vari aspetti e incisiva sul piano dello sviluppo delle capacità di comprensione, di valutazione e di interpretazione critica;
    • Esplicitare le strategie, gli strumenti di verifica, i criteri di valutazione;
    • Motivare il proprio intervento didattico;
    • Verificare periodicamente il grado di comprensione dei contenuti e le difficoltà incontrate e apportare tutte le modifiche necessarie per garantire il successo scolastico;
    • Calibrare i tempi di apprendimento e i compiti da assegnare;
    • Fornire le indicazione per usare efficacemente i libri di testo e controllare che gli argomenti siano compresi correttamente sia dopo la spiegazione, sia dopo la lettura e lo studio individuali in modo da intervenire con strategie mirate;
    • Effettuare un congruo numero di verifiche con modalità diversificate per ogni periodo, come stabilito dai Dipartimenti;
    • Correggere i compiti eseguiti in classe entro breve termine e in ogni caso prima dell’assegnazione del compito successivo, evidenziando e selezionando gli errori comuni e quelli individuali e far prendere visione dei compiti corretti agli studenti, controllando che delle correzioni apportate abbiano contezza, rispiegando gli argomenti su cui gli studenti hanno riscontrato difficoltà di apprendimento e, nel caso di errori individuali, facendo esercitare gli alunni in questione;
    • Pianificare la propria attività in modo da prevedere interventi di recupero, sostegno, approfondimento, possibilmente personalizzati;
    • Incentivare la partecipazione a Gare, Concorsi, Olimpiadi, etc. e la produzione creativa di lavori vari;
    • Promuovere la lettura di testi narrativi, di saggi, di quotidiani, di riviste e fornire le competenze per l’uso dei più comuni software per l’elaborazione dei testi nelle varie tipologie;
    • Collegare l’insegnamento teorico alla risoluzione dei problemi e delle esigenze della vita concreta;
    • Favorire la capacità di iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità;
    • Collaborare con i colleghi della stessa disciplina, con i colleghi dei consigli di classe e con l’intero corpo docente della scuola;
    • Comunicare alle famiglie i risultati, le difficoltà, i progressi nelle discipline di studio e i comportamenti e la condotta mediante gli stessi alunni, il diario, le e mail e gli incontri comuni o individuali.

    Le studentesse e gli studenti si impegnano a:

    • Essere puntuali alle lezioni e frequentarle con regolarità;
    • Rispettare i compagni e il personale della scuola;
    • Rispettare le diversità personali e culturali e la sensibilità di tutte le componenti della comunità scolastica;
    • Mantenere un comportamento e un abbigliamento consono all’ambiente sia durante le ore di lezione sia durante l’intervallo;
    • Non usare il cellulare a scuola se non autorizzati;
    • Lasciare l’aula solo se autorizzati dal docente e per pochi minuti;
    • Chiedere di uscire dall’aula solo in caso di necessità ed uno per volta;
    • Intervenire durante le lezioni in modo ordinato e pertinente;
    • Non fare uso improprio degli strumenti elettronici;
    • Conoscere e rispettare il POF e il Regolamento di Istituto;
    • Rispettare l’ambiente, gli spazi, gli arredi ed i laboratori della scuola;
    • Partecipare al lavoro scolastico individuale e/o di gruppo;
    • Svolgere regolarmente il lavoro assegnato a scuola e a casa;
    • Favorire la comunicazione scuola/famiglia;
    • Considerare ed accettare le verifiche previste dai docenti non come vessazioni, bensì come meccanismi o per gratificare il lavoro svolto diligentemente o per cercare e trovare insieme cause e soluzioni in caso di mancato impegno o difficoltà nel percorso formativo;
    • Riparare danni eventualmente provocati con il risarcimento delle spese;
    • Osservare le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dal Regolamento d’Istituto e dal PTOF.

     

    I genitori si impegnano a:

    • Conoscere l’Offerta Formativa della scuola e il Regolamento d’Istituto;
    • Instaurare un dialogo costruttivo con i docenti, rispettando la loro libertà di insegnamento e la loro competenza valutativa;
    • Collaborare al progetto formativo partecipando, con proposte e osservazioni migliorative, a riunioni, assemblee, consigli e colloqui;
    • Tenersi aggiornati su impegni, scadenze, iniziative scolastiche, controllando costantemente le comunicazioni scuola-famiglia sul web, partecipando con regolarità alle riunioni previste;
    • Controllare sul libretto le giustificazioni di assenze e sul registro on line valutazioni e i ritardi del proprio figlio, contattando anche la scuola per accertamenti;
    • Far rispettare l’orario d’ingresso a scuola, limitare le uscite anticipate, giustificare tempestivamente le assenze (con la necessaria certificazione medica dopo le malattie superiori a cinque giorni);
    • Verificare attraverso un contatto frequente con i docenti che il proprio figlio segua gli impegni di studio e le regole della scuola;
    • Rivolgersi ai docenti e al Dirigente Scolastico in presenza di problemi didattici o personali;
    • Dare informazioni utili a migliorare la conoscenza degli studenti da parte della scuola;
    • Intervenire, con coscienza e responsabilità, rispetto ad eventuali danni provocati dal figlio a carico di persone, arredi, materiale didattico, anche con il recupero e il risarcimento del danno.

    Il Dirigente scolastico si impegna a:

    • Garantire e favorire l’attuazione dell’Offerta Formativa, ponendo studenti, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il loro ruolo;
    • Garantire a ogni componente scolastica la possibilità di esprimere e valorizzare le proprie potenzialità;
    • Garantire e favorire il dialogo, la collaborazione e il rispetto tra le diverse componenti della comunità scolastica;
    • Cogliere le esigenze formative degli studenti e della comunità in cui la scuola opera, per ricercare risposte adeguate;
    • Essere attento alle nuove e diverse tendenze socio-economiche e culturali, correnti estetiche e sensibilità antropo-socio-ecologiche che attraversano e caratterizzano, modificandolo e rendendolo più problematico, il mondo globalizzato.



















    La piattaforma E-Learning
    del Liceo Galilei